logo

Alessandro Zicola

E’ necessario creare un modo migliore, persone più consapevoli; quindi condividere per creare ancora qualcosa di meglio.
aleoffice67@gmail.com
+39 348 5117775

I 10 comandamenti del Leader

Segui-il-leader

I 10 comandamenti del Leader

Qualità atteggiamenti e doti che devono appartenere alla leadership.

La leadership viene studiata e insegnata ovunque, purtroppo non è altrettanto praticata. Il buon senso ci guida su ciò che dobbiamo o non dobbiamo fare, ma nonostante questo ci sono persone che continuano a sbagliare.

Ecco un piccolo elenco di qualità e comportamenti che possono aiutarti a essere un leader migliore.

I 10 comandamenti del Leader

1. La leadership deriva da quello che fai e da come lo fai, non dal titolo che hai. Leadership è azione, il leader accende l’entusiasmo e anima quanto di meglio c’è nel gruppo. La grandezza di un leader si basa sulla capacità di far leva sulle emozioni, se il leader fallisce nel compito primario di orientare le emozioni nella giusta direzione, nulla di quanto intrapreso funzionerà.

2. I leader sono al servizio degli altri, non il contrario. Un buon leader fa gli interessi del sistema, non i propri. Chi dirige un gruppo di persone deve saper sentire, capire, interpretare, per poi guidare. Non serve un teorico, al leader a volte la teoria non serve affatto.

3. I leader sono responsabili. Le emozioni negative, specialmente la costante irritazione, l’ansia o il senso di inutilità, costituiscono un potente fattore di disturbo a livello professionale, poiché distolgono l’attenzione dal lavoro. I leader sono sempre abili a dare le risposte.

4. I leader vanno oltre. A differenza della massa che fa il necessario, il minimo sindacale, i leader vanno oltre. Sanno essere risonanti, ovvero entrano in sintonia con i propri interlocutori e riescI 10 comandamenti del Leaderono a orientarli verso uno stato d’animo positivo.

5. I leader sanno costruire e trasferire fiducia. La continua interazione dei circuiti limbici aperti tra i membri di un gruppo crea una sorta di mix emozionale a cui ognuno aggiunge il proprio ‘aroma’, ma è sempre il leader a dare il tocco finale. Quando gli altri intervengono lo fanno riferendosi alle osservazioni del leader, poiché il leader trasmette fiducia.

6. I leader sono creativi. Ancora oggi, troppo spesso, ci sentiamo dire: “si è sempre fatto così e si continua a fare così …. È sempre andato tutto bene!”. Chi conduce gruppi di lavoro, invece, dovrebbe fare della creatività la propria ragione d’essere.

7. I leader hanno integrità. Integro significa ‘non rotto’. I leader sono tali anche perché sono un’unità che non si divide per la convenienza apparente del momento. Se si chiede agli altri di fare una cosa, dobbiamo essere i primi a farla.

8. I leader si divertono e fanno divertire. Allegria e cordialità hanno una notevole capacità di creare stati d’animo positivi con effetti notevoli sulla performance del gruppo. Ecco perché un leader deve divertirsi e far divertire.

9. I leader sono diversi e valorizzano le differenze. È impossibile essere uguali al gruppo ed essere dei leader. È impossibile essere creativi, se la pensi come gli altri. La diversità è un valore che i leader considerano importante, chi è forte ha bisogno di sentire opinioni diverse dalle proprie, vuole andare costantemente alla ricerca di stimoli.

10. I leader sono eccellenti comunicatori. Se le grandi idee, l’integrità, la passione rimarranno incompresi non sarai un grande leader. Ascoltare è l’aspetto più importante del comunicare. Saper comunicare e saper capire le persone è una delle caratteristiche e abilità fondamentali della leadership.

No Comments

Post a Comment

Name
Email
Website
Comment